I FUNGHI DI APRILE .

Rispondi
Terzo

Re: I FUNGHI DI APRILE

Messaggio da Terzo » 24 mar 2009, 21:36

- Il 23 Aprile 2009 è vicino –
Vi dice niente questa data? No? Ve lo dico io? S. Giorgio martire… e allora?
Allora vuol dire che ci siamo, è ora di cercare il fungo di S. Giorgio o spinarolo o prugnolo, ecc., ma che sarebbe meglio chiamarlo Calocybe gambosa.
Inutile dire che la data è puramente indicativa, tanto i funghi, lo sappiamo…fanno come gli pare.
C’è chi li ha trovati a fine Marzo, chi a Maggio inoltrato, e chi né a MarzoAprile e né Maggio.

Scusate la parentesi spiritosa, vado subito alla descrizione della specie:

Tanto per cominciare bisogna dire che è un fungo universalmente considerato ottimo;
sodo e carnoso, si presta per essere cucinato con panna o burro, da solo o con i misti, dà sempre un ottimo risultato.

Terzo

Re: I FUNGHI DI APRILE

Messaggio da Terzo » 24 mar 2009, 21:38

Riconoscerlo non dovrebbe essere un problema: le lamelle fittissime da bianche a crema/avorio
(foto di Vincenzo)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Terzo

Re: I FUNGHI DI APRILE

Messaggio da Terzo » 24 mar 2009, 21:40

il cappello sodo di color camoscio-pallido, irregolare, gibboso, con il margine arrotolato (specie negli esemplari giovani), il profumo gradevole di farina fresca, il periodo, l’habitat di crescita e qualche bella immagine, dovrebbero essere elementi già sufficienti per il riconoscimento.
(foto di Vincenzo)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Terzo

Re: I FUNGHI DI APRILE

Messaggio da Terzo » 24 mar 2009, 21:42

Bisogna dire che la colorazione del cappello a volte può assumere toni più chiari: bianco avorio(foto di Vincenzo)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Terzo

Re: I FUNGHI DI APRILE

Messaggio da Terzo » 24 mar 2009, 21:43

Più chiare ancora:(foto di Vincenzo)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Vincenzo Migliozzi
Membro FeM
Messaggi: 62734
Iscritto il: 14 apr 2007, 16:03
Nome: Vincenzo
Comune: Roma
regione: Lazio
nazione: Italia
fotocamera: Coolpix4500
Contatta:

Re: I FUNGHI DI APRILE

Messaggio da Vincenzo Migliozzi » 24 mar 2009, 21:44

...........e poi dicono che non li trovo .........i spinaroli !! -6409 -6409

Questi sono freschi di.........giornata -8859 -8859

Terzo

Re: I FUNGHI DI APRILE

Messaggio da Terzo » 24 mar 2009, 21:45

o più scuri, fino al giallo ocraceo.
(foto di Renato)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Terzo

Re: I FUNGHI DI APRILE

Messaggio da Terzo » 24 mar 2009, 21:46

Il gambo è biancastro, a volte macchiato d’ocraceo alla base, sodo e robusto, a volte ricurvo.
Cresce numeroso nei prati, tra i rovi, biancospini, pruni selvatici, ai margini dei boschi.
(foto di Vincenzo)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Terzo

Re: I FUNGHI DI APRILE

Messaggio da Terzo » 24 mar 2009, 22:00

Una sua caratteristica è quella di screpolarlsi sul cappello, complice, chiaramente il tempo.
(foto di Leo)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Stefano
Membro FeM
Messaggi: 45
Iscritto il: 15 nov 2007, 17:55
Nome: Stefano
Comune: Roma

Re: I FUNGHI DI APRILE

Messaggio da Stefano » 18 apr 2009, 10:39

SPAGHETTI ALLE MORCHELLE


400 GRAMMI DI SPAGHETTI
350 GRAMMI DI MORCHELLE
1 SCALOGNO
OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA
1 BICCHIERE DI MARSALA SECCO
1/4 l DI PANNA DA CUCINA
1 CUCCHIAIO DI FARINA
PREZZEMOLO
10 NOCI
PARMIGGIANO GRATTUGIATO
SALE
PEPE



TRITATE LO SCALOGNO E FATELO AMMORBIDIRE IN ALCUNI CUCCHIAI D'OLIO;UNITE I FUNGHI CHE AVRATE PULITO PRECEDENTEMENTE E AFFETTATE SOTTILMENTE.

LASCIATELI ROSOLARE PER 5 MINUTI,QUINDI BAGNATELI CON IL MARSALA E LA PANNA POI AGGIUSTATE DI SALE E PEPE.

UNITE ANCHE LA FARINA, MESCOLATE BENE E LASCIATE ADDENSARE LA SALSA SU FUOCO MODERATO.

PRIMA DI SPEGNERE UNITE IL PREZZEMOLO E LA NOCE TRITATA.

SCOLATE GLI SPAGHETTI AL DENTE E SPADELLATELI NEL SUGO DI FUNGHI MESCOLANDOLI CON CURA.

SERVITE ACCOMPAGNANDO CON PARMIGIANO.

Rispondi