I FUNGHI DI DICEMBRE .

Rispondi
Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5208
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI DICEMBRE .

Messaggio da Gizeta » 30 nov 2017, 09:15

Sempre in pineta troviamo gli ultimi Chroogomphus rutilus con la superficie del cappello liscia e lucente a tempo secco e vischiosa a tempo umido.
Le lamelle sono rade, spesse, arcuate, prima di color oliva e poi bruno nerastre.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5208
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI DICEMBRE .

Messaggio da Gizeta » 30 nov 2017, 09:17

Più raro è Chroogomphus fulmineus che si distingue da C. rutilus per la taglia inferiore, il colore rosso del gambo e la carne giallastra.
La cuticola è sempre molto vischiosa con l'umidità.

L'esemplare nelle due foto di Vincenzo è stato trovato in questo mese nella pineta di Fiumicino.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5208
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI DICEMBRE .

Messaggio da Gizeta » 30 nov 2017, 09:18

Chroogomphus helveticus invece è forse il più asciutto dei tre con la cuticula finemente vellutata e con un color generale più chiaro e aranciato.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5208
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI DICEMBRE .

Messaggio da Gizeta » 30 nov 2017, 09:22

In dicembre possiamo trovare anche gli ultimi Suillus collinitus facilmente determinabili per la cuticola cosparsa di fibrille nerastre e il micelio rosa alla base del gambo.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5208
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI DICEMBRE .

Messaggio da Gizeta » 30 nov 2017, 09:24

Termino con un bel mixomicete: Leocarpus fragilis che possiamo trovare, in pineta, sui rametti e sugli aghi di pino al suolo.
Con la maturazione, le fruttificazioni passano da un bel giallo vivace, all'arancio e poi sempre più scuro fino al rosso nerastro.
Le sue spore sono sferiche, verrucose e nerastre in massa.

-5327 -5327 Giuseppe.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Raffaella13
Membro FeM
Messaggi: 5315
Iscritto il: 22 giu 2010, 15:32
Nome: RAFFAELLA
Comune: MARTELLAGO
regione: VENETO
nazione: ITALIA

Re: I FUNGHI DI DICEMBRE .

Messaggio da Raffaella13 » 30 nov 2017, 10:04

Che copertura! Tutte belle appressate a guisa delle squame zampe di tacchino b flwfbe foto. Grazie per ricordarci che i Fungi hanno sempre da fare....anche nei mesi invernali p
Gizeta ha scritto:Termino con un bel mixomicete: Leocarpus fragilis che possiamo trovare, in pineta, sui rametti e sugli aghi di pino al suolo.
Con la maturazione, le fruttificazioni passano da un bel giallo vivace, all'arancio e poi sempre più scuro fino al rosso nerastro.
Le sue spore sono sferiche, verrucose e nerastre in massa.

-5327 -5327 Giuseppe.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5208
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI DICEMBRE .

Messaggio da Gizeta » 02 dic 2017, 15:37

...fedele nei secoli! -6565 Raffaella!

-5327 -5327 Giuseppe

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5208
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI DICEMBRE .

Messaggio da Gizeta » 30 nov 2018, 23:36

Ciao a tutti!

Ultimo appuntamento dell'anno che ha visto un novembre piovoso con temperature miti rispetto alla normalità e queste favorevoli condizioni hanno agevolato la fruttificazione di tante belle specie, fruttificazione che, se non ci sarà un brusco calo della temperatura, sicuramente continuerà anche in questo mese.

Tipico del leccio è Lactarius atlanticus, una bella specie con esemplari spesso fascicolati, il latice sieroso-acquoso e la carne con netto odore di cimice.
Una volta era distinta la forma strigipes per la base del gambo irsuta pelosa, ma oggi è stata ricondotta alla specie tipo.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5208
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI DICEMBRE .

Messaggio da Gizeta » 30 nov 2018, 23:37

Altro lattario del periodo ed una delle ultime a fruttificare prima della pausa invernale è Lactarius chrysorrheus.
Sue caratteristiche sono il cappello asciutto, giallo aranciato, zonato, e il latice che vira al giallo vivo.
La carne ha un sapore amaro e poi acre.
Lo troviamo nei boschi di latifoglia.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5208
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI DICEMBRE .

Messaggio da Gizeta » 30 nov 2018, 23:39

Il tardo autunno è anche il periodo dei "moretti".
Tricholoma terreum è il capostipite di questo gruppetto di funghi comunemente chiamato gruppo dei tricholomi grigi spesso di non facile separazione tra specie e specie.
La sua cuticola è appena lanosa-feltrata che diventa con l'età quasi liscia e fibrillosa.
La carne ha odore nullo o molto leggero fungino e sapore erbaceo.
Lo troviamo sotto conifere varie, ma soprattutto in pineta.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Rispondi