I FUNGHI DI GIUGNO .

Rispondi
Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5255
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GIUGNO .

Messaggio da Gizeta » 01 giu 2019, 10:29

Lactifluus (Lactarius) glaucescens si distingue per le lamelle meno fitte e per il latice che vira al verde-grigiastro.
Con il KOH il latice vira all'arancio vermiglio.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5255
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GIUGNO .

Messaggio da Gizeta » 01 giu 2019, 10:30

Molto bello è anche Lactifluus (Lactarius) volemus, con il cappello fulvo aranciato, asciutto, con abbondante latice bianco che diventa bruno essiccando all'aria.
Per separarlo dalle specie vicine basta osservare la reazione positiva della carne al solfato ferroso che diventa verdastra.
Carne con odore di pesce.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5255
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GIUGNO .

Messaggio da Gizeta » 01 giu 2019, 10:31

Normalmente dopo i lattari, almeno dalle pie parti, sotto castagno, ma anche sotto altre essenze si possono trovare delle belle crescite di Boletus reticulatus. A mio parere è il migliore dei porcini, ...peccato che sia spesso vermato. -9459
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5255
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GIUGNO .

Messaggio da Gizeta » 01 giu 2019, 10:32

Uno dei primi a comparire è anche Boletus (Xerocomus) subtomentosus, con la sua bella cuticola asciutta, vellutata, l'imenio di un bel giallo e la carne che accenna ad un leggero viraggio la cui intensità è legata al grado di idratazione.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5255
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GIUGNO .

Messaggio da Gizeta » 01 giu 2019, 10:34

A ruota possiamo trovare anche Suillellus (Boletus) luridus, specie di facile determinazione per il bel reticolo color rosso che decora il gambo, per il deciso viraggio e per la carne aranciata a contatto con i tubuli.
Questa caratteristica si evidenzia con una sezione. Quella linea rossastra che divide cappello ed imenio viene chiamata linea di Bataille.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5255
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GIUGNO .

Messaggio da Gizeta » 01 giu 2019, 10:34

Non è infrequente trovare delle belle macchie di Cantharellus cibarius.
Quello che troviamo sotto latifoglie è senz'altro il migliore per consistenza, sapore e profumo.
.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5255
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GIUGNO .

Messaggio da Gizeta » 01 giu 2019, 10:36

Amanita vaginata, con il cappello privo di verruche e il bordo decisamente striato.
Gambo senza anello, non bulboso e volva libera, inguainante.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5255
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GIUGNO .

Messaggio da Gizeta » 01 giu 2019, 10:36

Nei boschetti termofili di latifoglia possiamo trovare anche la non comune Amanita eliae, una specie considerata sospetta.
Si riconosce per il cappello ornato da verruche farinose, margine striato, anello presto lacerato, gambo profondamente interrato ornato da una volva friabile.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5255
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GIUGNO .

Messaggio da Gizeta » 01 giu 2019, 10:37

La varietà griseovelata è ora ricondotta alla specie tipo: Amanita eliae.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di Gizeta il 01 giu 2019, 10:40, modificato 1 volta in totale.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5255
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GIUGNO .

Messaggio da Gizeta » 01 giu 2019, 10:38

Compare anche Amanita rubescens, facile da determinare per il colore rosa-vinoso della carne nelle fratture.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Rispondi