I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Rispondi
Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5096
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Messaggio da Gizeta » 01 gen 2017, 20:09

-6565

-5327 -5327 Giuseppe

Raffaella13
Membro FeM
Messaggi: 5004
Iscritto il: 22 giu 2010, 15:32
Nome: RAFFAELLA
Comune: MARTELLAGO
regione: VENETO
nazione: ITALIA

Re: I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Messaggio da Raffaella13 » 03 gen 2017, 15:31

Ciao Giuseppe ancora un cestone di Auguri! Che bello e completo anche questo post: rende i tartufi più vicini a noi mortali, almeno con lo studio. I ritrovamenti sono per gli attrezzati/patentati ed esperti ffgjhjh

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5096
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Messaggio da Gizeta » 31 dic 2017, 13:43

Ciao a tutti e auguri di un ottimo 2018!!!

In gennaio, rovistando tra le cataste di legna o girando qualche tronco è facile trovare Bisporella citrina un ascomicete di un bel colore giallo vivo che forma dense colonie molto belle che ravvivono l'ambiente infreddolito.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5096
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Messaggio da Gizeta » 31 dic 2017, 13:45

Sui rametti di latifoglie varie e nelle zone più riparate dal gelo possiamo trovare Crepidotus variabilis una specie priva di gambo con i cappelli a forma di conchiglia, di ventaglio di color biancastro e con le lamelle che a maturazione diventano prima rosate e poi ocra brune chiaro.
Ha spore finemente verrucose e giunti a fibbia presenti.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5096
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Messaggio da Gizeta » 31 dic 2017, 13:46

Molto simile gli è Crepidotus cesatii che è anche la specie più comune.
Macroscopicamente lo distinguiamo per la superficie del cappello di colore bianco ricoperta da una fitta peluria e di aspetto feltrato-vellutato, per le lamelle spaziete e di color decisamente rosato.
Microscopicamente presenta delle spore echinulate, dei cheilocistidi a forma di corna di cervo e giunti a fibbia.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5096
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Messaggio da Gizeta » 31 dic 2017, 13:47

Crepidotus cesatii var. subsphaerosporus si distingue solo a livello microscopico per le spore quasi sferiche.
In I.F. questa varietà è ricondotta alla specie tipo C. cesatii.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5096
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Messaggio da Gizeta » 31 dic 2017, 13:48

Crepidotus mollis invece presenta un cappello glabro, nettamente viscido e ricoperto da uno strato gelatinoso.
Le spore sono lisce e in ogni suo tessuto mancano i giunti a fibbia.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5096
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Messaggio da Gizeta » 31 dic 2017, 13:49

Nell'Oasi di Palo Laziale (RM) il nostro Vincenzo ha trovato il non comune e spesso confuso con altre specie Crepidotus epibryus.
Cresce su frustuli erbacei e legnetti di latifoglia.
Ecco le note di Vincenzo sulla determinazione:
<...si tratta di una specie di minutissime dimensioni , già inserita nel genere Pleurotellus per il colore sporale molto chiaro ( lamelle gialline ).
La determinazione sul campo viene poi confermata dall'assenza di giunti a fibbia e dalla presenza di cheilocistidi cilindracei o lageniformi di modeste dimensioni diametrali , contorti e diverticolati , oltre che di spore lisce allungate fino a 9 micron>.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5096
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Messaggio da Gizeta » 31 dic 2017, 13:51

Raro e poco conosciuto è anche Crepidotus malachius, con carpofori attaccati al substrato al centro.
La superficie del cappello è liscia, non igrofana e non presenta glutine.
Le spore sono globose ed ornate da verrucche troco-coniche tipicamente smussate. Giunti a fibbia presenti.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5096
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Messaggio da Gizeta » 31 dic 2017, 13:55

Altra specie è Crepidotus applanatus con cappelli che possono arrivare anche a 35 mm di diametro, ricoperti da una cuticola di colore bianco che diventa poi crema , igrofana, leggermente pubescente.
Il punto di attaccatura al substrato è evidenziato da un vistoso tomento miceliare bianco.
Le spore sono subglobose, verrucose e presenta giunti a fibbia ovunque.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Rispondi