Clonazione del Coprinus comatus

Moderatore: Gianluca

eringio
Membro FeM
Messaggi: 45
Iscritto il: 04 apr 2017, 20:39
Nome: Luciano
Comune: montecatini terme
regione: toscana
nazione: italia

Clonazione del Coprinus comatus

Messaggioda eringio » 10 nov 2017, 23:01

Ho tentato la clonazione di un esemplare di Coprinus comatus trovato in un prato. E' il primo passo per tentarne la coltivazione amatoriale.

IMG_2157.JPG
IMG_2157.JPG (113.43 KiB) Visto 51 volte


Ho aperto il fungo con tecnica sterile e ho prelevato dalla base del gambo, dove si vede un "buco", mediante un bisturi, i frammenti che spero diano origine ad un nuovo micelio. Ho usato più piastre di Petri con terreno di coltura MEA (estratto di malto e agar)
IMG_2166.JPG
IMG_2166.JPG (148.35 KiB) Visto 51 volte


A distanza di 48 ore i frammenti presentano un aspetto "peloso": sono le ife del nuovo micelio. Per ora le cose procedono bene, ma le "contaminazioni" (muffe, batteri) sono sempre in agguato...
IMG_2193.JPG
IMG_2193.JPG (134.34 KiB) Visto 51 volte

Raffaella13
Membro FeM
Messaggi: 3823
Iscritto il: 22 giu 2010, 15:32
Nome: RAFFAELLA
Comune: MARTELLAGO
regione: VENETO
nazione: ITALIA

Re: Clonazione del Coprinus comatus

Messaggioda Raffaella13 » 10 nov 2017, 23:53

-6597 bello il tuo condividere l'esperimento con noi...tieni aggiornato il post per favore, perché sarà interessante il procedere ed anche l'esito. -1987 -6691

Queletia mirabilis
Membro FeM
Messaggi: 242
Iscritto il: 31 ago 2017, 14:11
Nome: Massimo
Comune: Lari
regione: Toscana
nazione: Italia

Re: Clonazione del Coprinus comatus

Messaggioda Queletia mirabilis » 13 nov 2017, 09:43

interessante post
sono curioso di vedere come andrà a finire

mantienici aggiornati -6565

GAmbr
Amministratore
Messaggi: 5033
Iscritto il: 13 giu 2008, 23:54
Nome: Gianni
Comune: Martignacco
regione: FriuliVeneziaGiulia
nazione: Italia

Re: Clonazione del Coprinus comatus

Messaggioda GAmbr » 13 nov 2017, 10:52

Bellissimo, sono curioso anch'io.
Grazie pe raver voluto condividere con noi questo esperimento.

Ciao
Gianni


Torna a “La coltivazione dei funghi”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite