Intossicazione da Shiitake

Vinc
Moderatore globale
Messaggi: 6886
Iscritto il: 04 dic 2010, 17:54
Nome: Vincenzo
Comune: Trasacco-Aq
regione: Abruzzo
nazione: Italia
fotocamera: Panasonic DMC-ZS8 + Canon G12

Intossicazione da Shiitake

Messaggioda Vinc » 15 giu 2016, 15:31

Provo ad allegare un file di Word con un articolo della rivista "Fitoterapia 33" dove vengono descritte alcune reazione tossiche (di tipo allergico ) da Shiitake ,il comune Lentinula edodes (= Lentinus edodes), per lo più consumato crudo. Pare non succeda niente se consumato cotto. ssbsdb Vinc.
Allegati
Avvelenamentoda Shiitake.docx
(13.11 KiB) Scaricato 81 volte

Raffaella13
Membro FeM
Messaggi: 3900
Iscritto il: 22 giu 2010, 15:32
Nome: RAFFAELLA
Comune: MARTELLAGO
regione: VENETO
nazione: ITALIA

Re: Intossicazione da Shiitake

Messaggioda Raffaella13 » 16 giu 2016, 05:39

Grazie Vincenzo: abbiamo avuto lo stesso avvertimento circa manifestazioni intossicazione dal tossicologo che frequenta il nostro gruppo. Per la verità ho consumato L. edodes solo 1 volta, in Germania, quest'anno. Il problema è' che nel menù te li propinano come "pilzen" o "mushrooms" e amen! Spadellati con panna ed erbe, serviti sulla carne. Fortuna che li avevamo lasciati a pezzi grossi: riconosciuti dalla forma del cappello e lamelle, ancora visibili. Buoni tutto sommato, ma preferisco le precisazioni più estese dei menù italiani. Più' consapevoli delle informazioni ai consumatori! Grazie per la tua diffusione di una corretta e completa informazione.

Vinc
Moderatore globale
Messaggi: 6886
Iscritto il: 04 dic 2010, 17:54
Nome: Vincenzo
Comune: Trasacco-Aq
regione: Abruzzo
nazione: Italia
fotocamera: Panasonic DMC-ZS8 + Canon G12

Re: Intossicazione da Shiitake

Messaggioda Vinc » 16 giu 2016, 15:43

Raffaella13 ha scritto:Grazie Vincenzo: abbiamo avuto lo stesso avvertimento circa manifestazioni intossicazione dal tossicologo che frequenta il nostro gruppo. Per la verità ho consumato L. edodes solo 1 volta, in Germania, quest'anno. Il problema è' che nel menù te li propinano come "pilzen" o "mushrooms" e amen! Spadellati con panna ed erbe, serviti sulla carne. Fortuna che li avevamo lasciati a pezzi grossi: riconosciuti dalla forma del cappello e lamelle, ancora visibili. Buoni tutto sommato, ma preferisco le precisazioni più estese dei menù italiani. Più' consapevoli delle informazioni ai consumatori! Grazie per la tua diffusione di una corretta e completa informazione.

Vero Raffaella,sempre utili queste info, che ripropongono la moderazione nel consumo di funghi, anche quando notoriamente commestibili. ssbsdb Vinc.

Gianca50
Amministratore
Messaggi: 21367
Iscritto il: 23 mag 2008, 11:51
Nome: Giancarlo
Comune: S. s. P.
regione: Emilia Romagna
nazione: Italia
fotocamera: Coolpix P7800
Contatta:

Re: Intossicazione da Shiitake

Messaggioda Gianca50 » 24 ott 2016, 16:52

Sono a conoscenza di un caso di dermatite da Shiitake, ma mi riferiva che anche chi lavora continuamente su questo fungo può averla.

-5327 Gianca

maria angela
Membro FeM
Messaggi: 1
Iscritto il: 29 nov 2016, 15:20
Nome: Maria angela
Comune: vignola
regione: emilia romagna
nazione: Italia

Re: Intossicazione da Shiitake

Messaggioda maria angela » 29 nov 2016, 18:22

Ciao , coltivo funghi shiitake su tronco e non ho mai avuto problematiche del genere.
Il fungo shiitake può causare dermatite "flagellante" se consumato crudo o se viene cotto troppo poco.

pasquale
Membro FeM
Messaggi: 94
Iscritto il: 23 nov 2016, 12:56
Nome: pasquale
Comune: milano
regione: lombardia
nazione: italia

Re: Intossicazione da Shiitake

Messaggioda pasquale » 30 nov 2016, 16:48

Hai!!
Erano più di 25 anni che non andavo più a funghi e neanche li mangiavo e proprio ora che ho ripreso a cercarli e a mangiarli ogni tanto leggo della tossicità di funghi che prima erano ritenuti innocui.
Proprio quest'anno ho comprato per la prima volta un sacchetto di Shiitake secchi e non mi sono piaciuti affatto perché hanno un sapore troppo intenso (in realtà li avevo già mangiati un'altra volta in un ristorante cinese e anche allora non mi erano piaciuti )
Un fungo che invece adoro è il Coprinus comatus ma non si trova in commercio perché ha una vita molto breve.
Quest'anno ho tentato di coltivarlo nel mio piccolo orticello ma ho fallito miseramente perché non ho avuto ne il tempo ne il la costanza di curarlo .
Ci riproverò molto presto

pasquale
Membro FeM
Messaggi: 94
Iscritto il: 23 nov 2016, 12:56
Nome: pasquale
Comune: milano
regione: lombardia
nazione: italia

Re: Intossicazione da Shiitake

Messaggioda pasquale » 30 nov 2016, 17:13

Ora si parla tanto di funghi medicinali e anche questi come tutte le medicine hanno effetti collaterali a volte molto gravi.
Quindi se non è la malattia ad ucciderci lo sarà la cura ma niente di grave tanto prima o poi dobbiamo morire e prima ti togliamo il pensiero e meglio è.

eringio
Membro FeM
Messaggi: 54
Iscritto il: 04 apr 2017, 20:39
Nome: Luciano
Comune: montecatini terme
regione: toscana
nazione: italia

Re: Intossicazione da Shiitake

Messaggioda eringio » 15 mag 2017, 13:16

pasquale ha scritto:Ora si parla tanto di funghi medicinali e anche questi come tutte le medicine hanno effetti collaterali a volte molto gravi.
Quindi se non è la malattia ad ucciderci lo sarà la cura ma niente di grave tanto prima o poi dobbiamo morire e prima ti togliamo il pensiero e meglio è.


Il tuo atteggiamento Pasquale è comprensibile ed è anche molto diffuso, ma a mio parere, partendo da osservazioni giuste, segui un ragionamento fuorviante e arrivi a conclusioni assai discutibili.
Riporto a seguire la mia opnione.
La nostra alimentazione è piena di sostanze con una certa tossicità che il nostro organismo quotidianamente neutralizza.
"Tutto è veleno e non c'è nulla che non ne contenga; solo la dose fa in modo che il veleno non agisca": è un detto antico di Paracelso ma è sempre valido.
Il prezzemolo, la salvia, il rosmarino, il basilico, hanno una loro tossicità per cui l'assunzione di dosi elevate può essere anche letale; la stessa cosa si potrebbe dire per moltissime altre erbe a smentire un luogo comune assai diffuso, che tutto quello che è naturale fa bene. Quest'ultima affermazione è valida ma a patto di non prescindere dal concetto di "dose": quanta ne assumi?
Le medicine sono tutte tossiche: affermazione così vera che è addirittura banale; "farmaco" deriva da una parola greca che vuol dire "veleno". Per questo vanno assunte alle dosi giuste e solo quando sono necessarie. La digitale, assunta quotidianamente, mantiene in vita milioni di persone con scompenso cardiaco. Una dose di poco superiore le ucciderebbe; idem per l'insulina, ecc.; gli esempi simili sarebbero innumerevoli.
L'atteggiamento disfattista porta molti al rifiuto di farmaci essenziali, vaccini, terapie, che invece li aiuterebbero e spesso potrebbero salvarli.
Ricordiamo di essere il paese che, col Giappone, ha la durata media della vita più elevata sulla terra. Quindi, un pò di ottimismo: per la salute seguiamo il parere degli esperti, così come ci rivolgiamo agli esperti per i funghi di cui dubitiamo.

mefi
Moderatore globale
Messaggi: 9158
Iscritto il: 30 lug 2007, 22:52
Nome: Andrea
Comune: Laives
regione: Trentino-Alto Adige
nazione: Südtirol
fotocamera: Fuji Finepix SL300
Contatta:

Re: Intossicazione da Shiitake

Messaggioda mefi » 28 mag 2017, 08:36

eringio ha scritto:Il tuo atteggiamento Pasquale è comprensibile ed è anche molto diffuso, ma a mio parere, partendo da osservazioni giuste, segui un ragionamento fuorviante e arrivi a conclusioni assai discutibili.
Riporto a seguire la mia opnione.
La nostra alimentazione è piena di sostanze con una certa tossicità che il nostro organismo quotidianamente neutralizza.
"Tutto è veleno e non c'è nulla che non ne contenga; solo la dose fa in modo che il veleno non agisca": è un detto antico di Paracelso ma è sempre valido.
Il prezzemolo, la salvia, il rosmarino, il basilico, hanno una loro tossicità per cui l'assunzione di dosi elevate può essere anche letale; la stessa cosa si potrebbe dire per moltissime altre erbe a smentire un luogo comune assai diffuso, che tutto quello che è naturale fa bene. Quest'ultima affermazione è valida ma a patto di non prescindere dal concetto di "dose": quanta ne assumi?
Le medicine sono tutte tossiche: affermazione così vera che è addirittura banale; "farmaco" deriva da una parola greca che vuol dire "veleno". Per questo vanno assunte alle dosi giuste e solo quando sono necessarie. La digitale, assunta quotidianamente, mantiene in vita milioni di persone con scompenso cardiaco. Una dose di poco superiore le ucciderebbe; idem per l'insulina, ecc.; gli esempi simili sarebbero innumerevoli.
L'atteggiamento disfattista porta molti al rifiuto di farmaci essenziali, vaccini, terapie, che invece li aiuterebbero e spesso potrebbero salvarli.
Ricordiamo di essere il paese che, col Giappone, ha la durata media della vita più elevata sulla terra. Quindi, un pò di ottimismo: per la salute seguiamo il parere degli esperti, così come ci rivolgiamo agli esperti per i funghi di cui dubitiamo.



FJLFYFYF concordo su tutta la linea con il concetto espresso e in più è scritto molto bene

eringio
Membro FeM
Messaggi: 54
Iscritto il: 04 apr 2017, 20:39
Nome: Luciano
Comune: montecatini terme
regione: toscana
nazione: italia

Re: Intossicazione da Shiitake

Messaggioda eringio » 28 mag 2017, 21:35

mefi ha scritto: FJLFYFYF concordo su tutta la linea con il concetto espresso e in più è scritto molto bene


-6565 Mefi, -5327


Torna a “Novità dal mondo della micologia per un continuo aggiornamento”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti