I FUNGHI DI APRILE .

Rispondi
Raffaella13
Membro FeM
Messaggi: 4887
Iscritto il: 22 giu 2010, 15:32
Nome: RAFFAELLA
Comune: MARTELLAGO
regione: VENETO
nazione: ITALIA

Re: I FUNGHI DI APRILE .

Messaggio da Raffaella13 » 30 mar 2016, 10:08

ssdsd bjasblas come sempre e con ottimo richiamo alla prudenza quando si va per Tenacellus ed Entolomi.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5080
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI APRILE .

Messaggio da Gizeta » 31 mar 2016, 07:36

-6565 Raffaella, sempre puntuale anche tu!

-5327 -5327 Giuseppe

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5080
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI APRILE .

Messaggio da Gizeta » 31 mar 2017, 07:14

Ciao a tutti!
Primavera, è tempo di ascomiceti!
Oltre alle ottime morchelle che ho presentato alla pagina 23 di questo lungo post, aprile è anche il mese delle Helvelle.

Comincio con la più comune Helvella monachella, una bellissima specie che potrebbe raggiungere anche i 10 cm di altezza se cercatori assatanati non la raccogliessero appena spuntata (verificato assieme agli amici del forum nella gita al mare dei giorni scorsi).
In Index Fungorum questa specie è tenuta divisa da H. leucopus, ma da molti sono considerate come unica entità.
Ama i terreni sabbiosi su substrato di foglie "dolci" come pioppo, olmo, salice, acero.

Relativamente alla sua commestibilità, recentemente ne è stato sconsigliato il consumo perché contenente sostanze responsabili della sindrome giromitrica. hhtthtrwhht
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5080
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI APRILE .

Messaggio da Gizeta » 31 mar 2017, 07:16

Molto simile è Helvella lacunosa se vista "da sopra".
Si riconosce per il gambo tutto costolato ed alveolato sfumato di grigio.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5080
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI APRILE .

Messaggio da Gizeta » 31 mar 2017, 07:17

Helvella atra presenta una mitra a forma di sella di cavallo di colore grigio nerastro e un gambo quasi concolore, in alto cilindrico e liscio ma con base allargata spesso brevemente scanalata.
Cresce nei boschi umidi anche vicino alle aree bruciate.

Questa dovrebbe essere una specie più autunnale, ma per il rimescolamento delle stagioni è possibile incontrarla anche in questo periodo.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5080
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI APRILE .

Messaggio da Gizeta » 31 mar 2017, 07:18

Con la mitra sempre a forma di sella, ma di colore ocra chiaro, ocra bruno, troviamo Helvella elastica.
E' una specie slanciata con un gambo bianco che troviamo nelle zone umide dei boschi.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5080
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI APRILE .

Messaggio da Gizeta » 31 mar 2017, 07:19

Molto bella e particolare è Helvella macropus. Caratteristica è la decorazione ruvida e pelosa-feltrosa che ricopre la superficie sterile della mitra e il gambo.
Cresce nei boschi sempre in zone umide.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5080
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI APRILE .

Messaggio da Gizeta » 31 mar 2017, 07:20

Una delle prime a spuntare è Helvella leucomelaena.
Presenta un apotecio a forma di calice con l'imenio di color bruno-nerastro e l'orlo spesso fessurato.
La superficie esterna è concolore in alto e sbiadisce al bianco verso un corto gambo.
Il gambo è allargato e termina con delle costolature che interessano per un breve tratto l'apotecio.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5080
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI APRILE .

Messaggio da Gizeta » 31 mar 2017, 07:22

Abbastanza simile nei colori è Helvella costifera, ma questa specie presenta un gambo decisamente costolato-venoso con le costolature che abbracciano interamente l'apotecio.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5080
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI APRILE .

Messaggio da Gizeta » 31 mar 2017, 07:24

Primavera è anche la stagione della ricercata Calocybe gambosa il "vecchio" Tricholoma georgi.
Cresce nei prati , nei pascoli e nei boschi misti in cerchi o a strisce. La colorazione è motlo variabile: andiamo da un bianco anche puro a un ocra crosta di pane passando da tonalità giallastre.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Rispondi