I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Rispondi
Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5065
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Messaggio da Gizeta » 01 gen 2016, 11:20

Molto simile, ma esclusiva dell'ontano verde (Alnus viridis) è Peniophora aurantiaca.
Si distingue da P. incarnata oltre che per l'habitat anche per le spore che sono decisamente più grandi. Spore 14-17 x 7,5-10.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5065
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Messaggio da Gizeta » 01 gen 2016, 11:21

Possiamo trovare su rami morti di quercia e faggio, Peniophora quercina che si distingue dalle specie precedenti per il colore rosa-lilla, lilla-grigiastro della parte fertile.
Si presenta con fruttificazioni pellicolari, resupinate tranne il bordo che è libero e arrotolato.
Come lunghezza di spore si pone a metà delle due specie precedenti: 9-12 x 3-4.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5065
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Messaggio da Gizeta » 01 gen 2016, 11:22

Nei terreni sabbiosi e nelle zone aride ricoperte da bassi muschi in questa stagione è facile trovare in stazioni anche numerose, Tulostoma brumale.
Si tratta di un curioso gasteromicete che si sviluppa da "sferette" brunastre semi ipogee, provvisto di un gambo fibrilloso e squamuloso che sostiene una testa globosa.
Il peristoma è sporgente e delimitato da una zona bruna alla base.
L'orifizio, da dove usciranno le spore, è rotondo con il bordo liscio.

Dobbiamo ad Evelina -6116 -6116 -6116 la bella foto microscopica del particolare giunto che presentano le ife che, per la sua forma caratteristica, viene chiamato giunto a staffa.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5065
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Messaggio da Gizeta » 01 gen 2016, 11:24

Tulostoma cyclosporum è invece una specie molto rara, di taglia maggiore con esoperidio molto evidente che si lacera in larghe scaglie, peristoma sollevato con orifizio a bordo fimbriato.
A livello microscopico nell'endoperidio presenta delle cellule allungate di grandi dimensioni chiamate micosclereidi.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di Gizeta il 01 gen 2016, 11:28, modificato 3 volte in totale.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5065
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Messaggio da Gizeta » 01 gen 2016, 11:24

Tulostoma cyclosporum

A livello microscopico nell'endoperidio presenta delle cellule allungate di grandi dimensioni chiamate micosclereidi.
Dobbiamo a Vincenzo -6116 -6116 -6116 questo fortunato ritrovamento e le belle foto microscopiche che ci mostrano queste particolari cellule.

-5327 -5327 ...e al prossimo mese!

Giuseppe
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5065
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Messaggio da Gizeta » 01 gen 2017, 10:02

Ciao a tutti!
e tanti auguri di felice Anno Nuovo con la speranza che il 2017 sia un anno di serenità, di pace, di salute e ...di tanti funghi!

Questo primo periodo dell'anno è avaro di specie e oltre a quelle ben illustrate nelle pagine precedenti quest'anno ho voluto dedicare questo appuntamento ai Tuber che possiamo trovare in gennaio. E' chiaro che i tartufi possono essere raccolti dopo aver conseguito un patentino e con l'aiuto di cani ben addestrati.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5065
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Messaggio da Gizeta » 01 gen 2017, 10:03

In Francia è permessa la raccolta anche con il maiale, ma in Italia questa pratica è vietata.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5065
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Messaggio da Gizeta » 01 gen 2017, 10:04

I tartufi vengono anche mangiati dagli animali del bosco come i cinghiali, roditori vari, ungulati.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5065
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Messaggio da Gizeta » 01 gen 2017, 10:05

Nella regione Veneto in questo periodo dell'anno è permessa la raccolta di 5 specie delle 9 che vengono normalmente commercializzate.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5065
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI GENNAIO 2013

Messaggio da Gizeta » 01 gen 2017, 10:07

La specie più pregiata è senz'altro Tuber melanosporum conosciuto come tartufo nero pregiato, o nero di Norcia.
Cresce in terreni calcarei associato a querce, noccioli, tigli, carpino nero.
Questa specie produce attorno alla pianta una zona, chiamata pianello, dove l'erba è assente o cresce molto stentata frutto del'antagonismo nell'utilizzo dei nutrienti nel terreno.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Rispondi