I FUNGHI DI NOVEMBRE .

Rispondi
Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5110
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI NOVEMBRE .

Messaggio da Gizeta » 07 dic 2017, 18:12

Marians ha scritto:Complimenti per le foto che continui a proporre Giuseppe, una volta lo facevo anchì io assieme a te e ad altri.
anche gl'altri che fine hanno fatto??
cmq anche se non sempre rispondo un'occhiata alle tue carellate mensili la dò sempre.-6116 -6597
...non lo so! ...e ti dico la verità, faccio fatica a trovare specie da pubblicare i questi lunghissimi post dove sono già stati proposti i funghi più caratteristici del mese.

Comunque -6565 per le occhiate!

ssbsdb , Giuseppe

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5110
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI NOVEMBRE .

Messaggio da Gizeta » 01 nov 2018, 09:04

Ciao a tutti!
Veniamo da giorni quasi di diluvio universale con esondazioni, mareggiate, trombe d'aria, frane, interi boschi abbattuti, ecc.
Prima di tutto un pensiero alle persone che hanno subito danni.
...e torniamo ai nostri funghi.

Con l'acqua di questi giorni e se la temperatura sarà ancora mite, in questi giorni di novembre potremo trovare ancora tante belle specie.
Novembre è anche il mese delle Lepiste; funghi che presentano le lamelle che si staccano a blocchi dalla carne del cappello.

Nei pascoli alpini e nelle radure erbose dei boschi cresce in cerchi o a strisce Lepista panaeolus, specie abbastanza robusta con carne compatta. Caratteristiche sono le guttule più scure presenti sul cappello spesso ben visibili solo negli esemplari maturi. Odore farinoso-fruttato.
Attenzione: è specie commestibile non pregiata, ma va raccolta solo prima delle gelate. Se ghiaccia la sua carne diventa amara ed immangiabile.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5110
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI NOVEMBRE .

Messaggio da Gizeta » 01 nov 2018, 09:05

Molto simile è Lepista irina var. montana; questa specie si distingue per la totale assenza di guttule sul cappello e per il suo odore terroso.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5110
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI NOVEMBRE .

Messaggio da Gizeta » 01 nov 2018, 09:06

La Lepista irina var. irina, invece cresce nei boschi di latifoglia e di conifera.
Questa specie ha il cappello di colore alutaceo chiaro con sfumature ocra rosate al centro.
La carne ha un forte profumo floreale che ricorda quello l'iris ed un sapore astringente.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5110
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI NOVEMBRE .

Messaggio da Gizeta » 01 nov 2018, 09:07

Tornando nei prati, spesso cespitosa, possiamo trovare Lepista ricekii la "vecchia" Lepista piperata.
Si determina facilmente per il color chiaro dei carpofori, ma soprattutto per il sapore piccante e persistente della carne.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5110
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI NOVEMBRE .

Messaggio da Gizeta » 01 nov 2018, 09:08

Sempre nei prati, in cerchi o a file, cresce Lepista caespitosa.
Anche questa specie è caratterizzata da un colore chiaro e per le lamelle a volte decorrenti può essere scambiata per una Clitocybe.
Ci aiutano nella distinzione le lamelle tipicamente staccabili dalla carne del cappello e a livello micro le spore verrucose; caratteristica questa di tutto il genere (in Clitocybe sono lisce).
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5110
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI NOVEMBRE .

Messaggio da Gizeta » 01 nov 2018, 09:09

Tipica dei boschi e delle radure boschive è Lepista nuda che spesso troviamo disposta in file o a cerchi semi coperta dalle foglie e dagli aghi.
E' una specie robusta, carnosa e considerata la migliore del genere Lepista.
La sua carne ha un gradevole profumo aromatico.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5110
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI NOVEMBRE .

Messaggio da Gizeta » 01 nov 2018, 09:10

Nei prati, nei parchi cittadini, nei giardini e nei frutteti è facile incontrare Lepista sordida che si distingue dalla precedente per la taglia più minuta, poco carnosa, per l'igrofaneità del cappello e per l'habitat.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5110
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI NOVEMBRE .

Messaggio da Gizeta » 01 nov 2018, 09:11

Una specie robusta è Lepista glaucocana che può assomigliare a L. nuda.
Ci aiutano nella determinazione il colore più chiaro del carpoforo e l'odore terroso con componente farinosa poco gradevole.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5110
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI NOVEMBRE .

Messaggio da Gizeta » 01 nov 2018, 09:13

Tipica della lettiera di foglie e aghi è Paralepista flaccida= Lepista flaccida.
Una volta veniva distinta Lepista inversa crescente nei boschi di aghifoglia, ma oggi è considerata solo un sinonimo.
Caratteristico è il cappello poco carnoso, inizialmente convesso con centro depresso che diventa imbutiforme con lo sviluppo.
Le lamelle sono decorrenti sul gambo, molto fitte e strette.
Odore gradevole fungino.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Rispondi