I FUNGHI DI LUGLIO ED AGOSTO

Rispondi
Vincenzo Migliozzi
Membro FeM
Messaggi: 62769
Iscritto il: 14 apr 2007, 16:03
Nome: Vincenzo
Comune: Roma
regione: Lazio
nazione: Italia
fotocamera: Coolpix4500
Contatta:

Re: I FUNGHI DI LUGLIO ED AGOSTO

Messaggio da Vincenzo Migliozzi » 30 giu 2015, 08:26

COMPLIMENTI strameritati a Giuseppe. -smi289-

Enzo. ssbsdb

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5037
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI LUGLIO ED AGOSTO

Messaggio da Gizeta » 01 lug 2016, 07:52

Ciao a tutti!
Tempo di ferie e di funghi sempre se cambia qualcosa, perché sono settimane che nei "miei" boschi non si trova nulla anche se c'è caldo e il terreno è bagnato.
Quest'anno presento i lattari a latice rosso e alcune russule tipiche delle abetaie.

Il capostipite, il più ricercato ed anche il più buono e Lactarius deliciosus che cresce sotto i pini. Il cappello è zonato, il gambo è scrobicolato e il suo latice è di color carota, immutabile e di sapore mite.
La carne e le lamelle alla frattura si macchiano molto lentamente di verdastro.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5037
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI LUGLIO ED AGOSTO

Messaggio da Gizeta » 01 lug 2016, 07:53

Sotto abete troviamo invece Lactarius deterrimus, forse la specie più diffusa e la meno pregiata del gruppo per il sapore della carne mite che diventa presto un po' acre e amaro.
Oltre all'habitat, ci aiutano nella determinazione il cappello poco zonato, il gambo privo di scrobicoli e la tendenza a macchiarsi di verde in ogni sua parte. Il latice inizialmente è di color carota e vira in pochi minuti al rosso vinoso.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5037
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI LUGLIO ED AGOSTO

Messaggio da Gizeta » 01 lug 2016, 07:55

Lactarius salmonicolor invece cresce esclusivamente sotto abete bianco e la sua carne non si macchia di verdastro.
Il suo latice è rosso carota e vira lentamente al rosso vinoso.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5037
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI LUGLIO ED AGOSTO

Messaggio da Gizeta » 01 lug 2016, 07:56

Comune nelle pinete marine, ma anche in quelle montane Lactarius sanguifluus = Lactarius vinosus si distingue dalle specie già viste per il colore del cappello, ma soprattutto per quello delle lamelle che hanno toni lilla.
Il latice è poco abbondante, di color rosso-vinoso immutabile e di sapore prima mite, poi amarognolo.
Anche questa specie diventa verde con l'età.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5037
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI LUGLIO ED AGOSTO

Messaggio da Gizeta » 01 lug 2016, 07:57

Sempre sotto pino troviamo Lactarius semisanguifluus caratterizzato da il latice e la carne che vira velocemente al rosso vinoso e per macchiarsi, con l'età, di verde scuro in ogni sua parte.
Il sapore è da subito amaro e un po' acre.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5037
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI LUGLIO ED AGOSTO

Messaggio da Gizeta » 01 lug 2016, 08:00

Russula cavipes è una delle tante russule che troviamo in abetaia.
Le caratteristiche che ci aiutano a determinare questa specie sono la piccola taglia, carne con odore dolciastro di pelargonio, sapore acre e la reazione rosa all'ammoniaca.
Il cappello presenta un umbone, l'orlo scanalato, una cuticola umida e brillante con colori che spaziano da toni vinosi, verdastri, violacei o paglierini. Le lamelle e il gambo si macchiano di giallo con l'età. Il gambo è molto fragile, cavernoso e poi cavo.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5037
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI LUGLIO ED AGOSTO

Messaggio da Gizeta » 01 lug 2016, 08:03

Nei boschi di aghifoglia, ma anche sotto betulla in terreni torbosi tra gli sfagni e il muschio troviamo Russula emetica con la carne di sapore tipicamente pepato. La foto di Josuerofe presenta degli esemplari con cuticola decolarata: normalmente il colore è di un bel rosso vivo, rosso mela.
Questo conferma quanto siano variabili i pigmenti delle russule che nella stessa specie possono prevalere uno sull'altro o addirittura essere assenti.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5037
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI LUGLIO ED AGOSTO

Messaggio da Gizeta » 01 lug 2016, 08:04

Russula sanguinea è simbionte dei pini e come tante specie ha una bella varietà cromatica con colori che vanno dal rosso vivo, al rosa pallido, con chiazze bianco avorio.
La superficie del gambo è di color rosato anche carico. Sapore molto acre.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5037
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI LUGLIO ED AGOSTO

Messaggio da Gizeta » 01 lug 2016, 08:05

Russula queletii presenta invece colori della cuticola più scuri: da un rosso porpora a un rosso vinoso, al viola scuro e talvolta anche con sfumature verdastre.
La superficie del gambo normalmente è sfumata di rosso sotto una pruina biancastra.
La carne ha un odore fruttato di pere mature ed è di sapore pepato.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Rispondi