I FUNGHI DI MAGGIO

Rispondi
Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5037
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI MAGGIO

Messaggio da Gizeta » 01 mag 2016, 07:23

Per tutto il mese, salendo di quota, troviamo ancora i bei carpofori di Calocybe gambosa, una specie tipicamente primaverile, molto ricercata ma non da tutti gradita per il sapore di farina della sua carne.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5037
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI MAGGIO

Messaggio da Gizeta » 01 mag 2016, 07:25

Verso fine mese, in boschetti di latifoglia esposti a sud crescono le prime russule primaverili come Russula vesca e Russula Heterophylla.

Russula vesca ha una cuticola asciutta, rosa lilla, bruno vinosa con zone di color pallido, lamelle biforcate all’inserzione, carne con sapore dolce, compatta che si macchia di giallo bruno con l’età.
Reazione rosso arancio al solfato di ferro.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5037
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI MAGGIO

Messaggio da Gizeta » 01 mag 2016, 07:27

Russula heterophylla invece ha una cuticola sempre asciutta, ma di colore verde olive più o meno scuro ed uniforme.
Le lamelle, all’inizio di colore avorio con l’età si macchiano di bruno ruggine, sono decorrenti e vistosamente venate e forcate al gambo.
Reazione rosso arancio vivo al solfato di ferro.

-5327 -5327 Giuseppe
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Raffaella13
Membro FeM
Messaggi: 4521
Iscritto il: 22 giu 2010, 15:32
Nome: RAFFAELLA
Comune: MARTELLAGO
regione: VENETO
nazione: ITALIA

Re: I FUNGHI DI MAGGIO

Messaggio da Raffaella13 » 01 mag 2016, 15:01

-6691 Giuseppe e grazie. Se migliora un poco questa pazza temperatura e cala il vento, riusciremo a fare un bel giretto e mettere a frutto i tuoi bei suggerimenti. Mi ballano le punte dei piedi al pensiero -6597 intanto, apprezziamo sempre i tuoi .....

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5037
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI MAGGIO

Messaggio da Gizeta » 01 mag 2016, 20:09

-6565 infinite Raffaella!

Speriamo davvero che il tempo si metta un po' a posto; finalmente qui da me ha fatto due gocce d'acqua...

-5327 -5327 Giuseppe

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5037
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI MAGGIO

Messaggio da Gizeta » 01 mag 2017, 07:12

Ciao a tutti!

Maggio è un mese di transizione dove possiamo incontrare le specie primaverili e le prime estive.

Alle quote alte, specialmente sotto abete, per tutto questo mese ed anche per giugno se non fa troppo caldo e non manca la pioggia, possiamo trovare ancora tante morchelle, illustrate nelle pagine precedenti di questo post.
Morchelle da non confondere con Gyromitra esculenta, specie che può risultare anche mortale!
Con l'essiccazione dovrebbe perdere le sostanze pericolose, ma dal momento che in alcuni ha dato sintomi di avvelenamento è sicuramente da non raccogliere a scopo alimentare.
Si distingue principalmente per la mitra cerebriforme con un colore di fondo bruno rossiccio.
Cresce ai margini dei boschi di abete spesso vicino a residui legnosi.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5037
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI MAGGIO

Messaggio da Gizeta » 01 mag 2017, 07:14

Specie vicina è Gyromitra gigas, chiamata così per la taglia tozza e massiccia.
La mitra è decorata da grossolane increspature e pieghe che le conferiscono un aspetto quasi cerebriforme, ma mai ben definito come in G. esculenta.
Specie tossica-sospetta come la precedente e quindi da non consumare.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5037
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI MAGGIO

Messaggio da Gizeta » 01 mag 2017, 07:15

Anche se normalmente comincia a fruttificare dal prossimo mese e poi prosegue per tutto l'autunno, vi faccio vedere anche Gyromitra infula.
Si distingua facilmente per la mitra lobata, composta da 2-4 lobi serrati tra di loro con le punte arrotondate.
Stesso habitat di G. esculenta, specie anche questa tossica-sospetta.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5037
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI MAGGIO

Messaggio da Gizeta » 01 mag 2017, 07:16

Restando in abetaia, sugli strobili possiamo ancora trovare Mycena strobilicola; questa specie infatti comincia a fruttificare fin dal disgelo e prosegue finché il tempo si mantiene fresco.
E' facilmente riconoscibile per il feltro miceliare bianco alla base del gambo, per il forte odore di cloro e per l'habitat.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Gizeta
Moderatore globale
Messaggi: 5037
Iscritto il: 28 lug 2010, 20:22
Nome: giuseppe
Comune: verona
regione: veneto
nazione: italia

Re: I FUNGHI DI MAGGIO

Messaggio da Gizeta » 01 mag 2017, 07:17

Nello stesso habitat cresce anche Strobilurus esculentus.
Lo distinguiamo per la carne tenace, elastica e per l'odore gradevole fungino.

Le altre due specie molto simili: S. tenacellus e S. stephanocystis crescono invece sugli strobili di pino.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Rispondi