Regione Toscana - CORSO PROPEDEUTICO ALLA RACCOLTA ED AL CONSUMO DEI FUNGHI

Rispondi
Queletia mirabilis
Moderatore globale
Messaggi: 11245
Iscritto il: 31 ago 2017, 14:11
Nome: Massimo
Comune: Lari
regione: Toscana
nazione: Italia

Regione Toscana - CORSO PROPEDEUTICO ALLA RACCOLTA ED AL CONSUMO DEI FUNGHI

Messaggio da Queletia mirabilis » 01 mar 2024, 11:33

La Regione Toscana organizza ogni anno, attraverso il Centro Regionale di Coordinamento Micologico (CRCM) e di concerto con il Sistema Sanitario regionale (SST), corsi propedeutici alla raccolta e al consumo dei funghi epigei. L’ente incaricato di svolgere questi corsi è l’AGMT (Associazione Gruppi Micologici Toscani). L'AGMT demanda ai gruppi associati l'organizzazione dei corsi. Ogni corso deve essere composto da trenta partecipanti e viene corrisposta, al gruppo, una quota spese di 300 euro.
Lo scopo dei corsi è quello di fornire ai raccoglitori di funghi nozioni base sull’ecologia e sul comportamento corretto da tenere durante le escursioni in Natura, oltre ovviamente ad accrescere le loro conoscenza sui funghi e sulle normative vigenti in materia di raccolta dei funghi stessi. Al momento, la partecipazione al corso non sostituisce in alcun modo l’autorizzazione alla raccolta dei funghi epigei.
In Toscana la raccolta dei funghi epigei è disciplinata dalla Legge Regionale 22 marzo 1999 numero 16 “Raccolta e commercio dei funghi epigei spontanei” e successive modifiche ed integrazioni.
Il corso in questione prevede tre lezioni di due ore ciascuna dove il partecipante, ripeto, è indottrinato soprattutto al corretto comportamento negli habitat di raccolta e al rispetto degli abitanti del bosco, sia animali che vegetali.
Il corso è gratuito e il relativo attestato di partecipazione non sostituisce comunque il pagamento del "permesso di raccolta dei funghi epigei" (13 euro per 6 mesi o 25 euro per 12 mesi), da effettuarsi tramite bollettino postale, la cui ricevuta va esibita, con la carta d'identità, in caso di controlli degli organi preposti.
In definitiva il raccoglitore deve avere al seguito:
- ricevuta del permesso di raccolta + carta identità;
- attestato di frequenza del corso propedeutico alla raccolta (al momento non ancora obbligatorio, ma consigliato, in attesa di legge regionale ad hoc);
- eventuale pagamento di ulteriore permesso se in zona di Comunità Montana;
- eventuale tesserino con pagamento annuale in regola, se in zona del Parco di Migliarino-San Rossore-Massaciuccoli;
- eventuale pagamento di ulteriore permesso in aree private e regolamentate (p.es. Tenuta Salviati a Migliarino, Tenuta Insuese a Collesalvetti, Riserva di Camugliano a Ponsacco ecc.).
Tutto questo per la raccolta di funghi epigei destinati al consumo alimentare, unicamente per le specie definite in apposita lista.
Nel caso di raccolta di specie di funghi non inserite in tale lista, è necessario un Tesserino Scientifico, rilasciato dalla Regione Toscana dietro richiesta del Gruppo Micologico di appartenenza, che consente la raccolta fino a 6 esemplari per specie.

Questo in Toscana. Come siete messi nelle altre regioni?

attestato.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Rispondi