app per orientamento

Rispondi
Trotone1
Membro FeM
Messaggi: 9
Iscritto il: 26 mag 2015, 14:19
Nome: Enrico
Comune: Monza
regione: Lombardia
nazione: Italia
fotocamera: Canon EOS 700d

app per orientamento

Messaggio da Trotone1 » 14 nov 2018, 15:55

buon giorno..ciao fungiatt... recentemente mi sono trovato in difficoltà causa peggioramento del tempo,nel ritrovare la strada di ritorno all auto,causa nebbia e piogia.. vi chiedo cortesemente.. mi sapreste dire se esistono app da scaricare per il mio IOS idonee per farmi ritrovare la via del ritorno...a parte il solito gps ... Grazzzie ssdsd <gfg<sg

tecno214
Membro FeM
Messaggi: 328
Iscritto il: 16 nov 2016, 10:19
Nome: Filippo
Comune: Vinci
regione: Toscana
nazione: Italia
Contatta:

Re: app per orientamento

Messaggio da tecno214 » 15 nov 2018, 11:47

Dai una occhiata a Wikiloc se può essere di tuo gradimento.

E' una app che usano spesso i miei amici mountain-bikettari e mi dicono funzionare molto bene.
Ho aspettato stamani a risponderti proprio perchè ieri sera ho chiesto lumi e questa mi hanno consigliato...

Marians
Membro FeM
Messaggi: 6945
Iscritto il: 23 apr 2017, 14:52
Nome: Thomas
Comune: Cesenatico
regione: Emilia Romagna
nazione: Italia
fotocamera: Sony dsc hx 300

Re: app per orientamento

Messaggio da Marians » 15 nov 2018, 15:08

Cms a parte le App la prima cosa da fare se non si conosce bene il bosco é memorizzare come è fatto, contare per es i crinali che svalichiamo, trovare sempre del punti di riferimento e lo si fa non solo guardando I funghi a terra, ogni tanto si alza la testa e si osserva cosa abbiamo intorno: che tipo di alberi, magari qualcuno con forma strana, a terra, squarciato, il muschio che indica i versanti piu freschi esposti al nord, antenne, le seghe dei taglia legna tutto quello che possono indicarci la retta via in caso di smarrimenti.

Un consiglio personale che facevo anch'io ogni volta che percorrevo boschi nuovi é di fare sempre un bel pezzo di sentiero se non tutto per vedere se ci son diramazioni e memorizzare come é formato.
Oppure dal sentiero fare delle incursioni nel bosco a mezza luna non troppo profonde per poi ritornare cosi sul sentiero.

Aspetto importante è anche conoscere I punti cardinali da sapere sempre dove orientarsi, capita di partire da nord e sbucare nei versanti opposti.
Anche conoscere le direzioni del venti aiuta.

Insomma gli apparecchi servono ma se per caso non funziona il GPS, batteria scarica o altro poi to ritrovi nel bel mezzo del fitto e vai in panico senza capire dove andare.

La base è osservare e conoscere il piu possibile i nostri boschi per sapere orientarsi.
-5327

Trotone1
Membro FeM
Messaggi: 9
Iscritto il: 26 mag 2015, 14:19
Nome: Enrico
Comune: Monza
regione: Lombardia
nazione: Italia
fotocamera: Canon EOS 700d

Re: app per orientamento

Messaggio da Trotone1 » 15 nov 2018, 15:26

Grazie per le risposte....Tecno 214 e Marians.....
la conoscenza del bosco sicuramente è importante... nel caso di imprevisti se si hanno supporti tecnologici potrebbero essere utili...Un abbraccio -6565 ..Enrico

Marians
Membro FeM
Messaggi: 6945
Iscritto il: 23 apr 2017, 14:52
Nome: Thomas
Comune: Cesenatico
regione: Emilia Romagna
nazione: Italia
fotocamera: Sony dsc hx 300

Re: app per orientamento

Messaggio da Marians » 15 nov 2018, 15:46

Certamente concordo con te, a meno che l'imprevisto come ho detto non capiti proprio agl' apparecchi tecnologici.

Io ho un GPS Garmin che oramai non suo quasi piu al max per memorizzare fungaie nuove di specie che ricerco, ma a livello di tracce lo usavo le prime volte finché non conoscevo bene i boschi e tieni conto che io giro tante zone tutto l'anno anche fino alle prime neve e al 90% dei casi in solitaria.

Una volta che hai imparato a conoscere ogni zona che calpesti l'unica cosa che ti serve è avere dispostivi per chiamare in caso di emergenza.
-smile-

tecno214
Membro FeM
Messaggi: 328
Iscritto il: 16 nov 2016, 10:19
Nome: Filippo
Comune: Vinci
regione: Toscana
nazione: Italia
Contatta:

Re: app per orientamento

Messaggio da tecno214 » 15 nov 2018, 18:47

Marians ha scritto:
15 nov 2018, 15:08
Cms a parte le App la prima cosa da fare se non si conosce bene il bosco é memorizzare come è fatto, contare per es i crinali che svalichiamo, trovare sempre del punti di riferimento e lo si fa non solo guardando I funghi a terra, ogni tanto si alza la testa e si osserva cosa abbiamo intorno: che tipo di alberi, magari qualcuno con forma strana, a terra, squarciato, il muschio che indica i versanti piu freschi esposti al nord, antenne, le seghe dei taglia legna tutto quello che possono indicarci la retta via in caso di smarrimenti.

Un consiglio personale che facevo anch'io ogni volta che percorrevo boschi nuovi é di fare sempre un bel pezzo di sentiero se non tutto per vedere se ci son diramazioni e memorizzare come é formato.
Oppure dal sentiero fare delle incursioni nel bosco a mezza luna non troppo profonde per poi ritornare cosi sul sentiero.

Aspetto importante è anche conoscere I punti cardinali da sapere sempre dove orientarsi, capita di partire da nord e sbucare nei versanti opposti.
Anche conoscere le direzioni del venti aiuta.

Insomma gli apparecchi servono ma se per caso non funziona il GPS, batteria scarica o altro poi to ritrovi nel bel mezzo del fitto e vai in panico senza capire dove andare.

La base è osservare e conoscere il piu possibile i nostri boschi per sapere orientarsi.
-5327
Assolutamente d'accordo con te..
Il primo GPS di noi stessi..
Siamo proprio noi...

Rispondi